Un weekend di incanto a Gardone Riviera: spa, buona cucina e tanta cultura

Gli italiani, si sa, non sono grandi fan del lago. E fanno molto, molto male. Così, mentre i tedeschi trovano la pace sulle sponde del lago di Garda, noi stiamo a guardare. Questo articolo, scritto dopo un fine settimana di incanto a Gardone Riviera, sulla sponda bresciana, vuole essere la dimostrazione che, invece, in questa zona c’è tanto da fare. A soltanto un’ora e mezzo di macchina da Milano troverete tutto quello di cui avete bisogno per un weekend di puro relax, tra spa, buona cucina, panorama incantevole, natura e anche un po’ di cultura!

COSA VEDERE A GARDONE RIVIERA

* IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI. Non serve che siate appassionati di Gabriele d’Annunzio per godervi la meraviglia che si respira in ogni angolo del Vittoriale degli Italiani, un maxi complesso di edifici che fu dimora del poeta nella prima metà del Novecento. Perdetevi tra le tante opere d’arte disseminate sui 9 ettari di terreno, visitate i tanti piccoli musei e soprattutto non perdetevi per nulla al mondo la visita alla Prioria, la casa arredata come fosse un mausoleo dal Vate stesso. Se c’è il sole, passeggiate negli immensi giardini, in cui troverete anche un motoscafo e addirittura una nave incastonata nella collina. Tenete in conto almeno tre ore per una visita senza fretta: sono sicura, ve ne innamorerete! E se volete davvero strafare, cercate di prenotare un biglietto per uno dei tanti concerti e spettacoli che animano l’Anfiteatro soprattutto d’estate: la vista sul Lago di Garda all’ora del tramonto vi farà bene al cuore! Per prenotare la vostra visita, il sito è questo. Una volta usciti, potete approfittarne per fare una passeggiata a Gardone Sopra, molto carina con le sue viuzze e gli angoli super tradizionali.

Gardone Riviera
Uno scorcio de Il Vittoriale| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Uno scorcio de Il Vittoriale| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Uno scorcio de Il Vittoriale| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Il bagno blu della casa di D’Annunzio| © Marco Beck Peccoz

* HELLER GARDEN. Non perdetevi una visita a questo Giardino Botanico davvero speciale, che non mi ha ricordato nessuno dei giardini che ho mai visitato. Vale la pena sborsare gli 11 euro del biglietto d’ingresso, perché una volta varcata la soglia verrete catapultati in un’atmosfera magica. Potete arrivarci a piedi dal Vittoriale e tenere in conto una mezz’oretta per visitarlo: non è enorme, ma sembra il paradiso. Ponticelli incantati, bambù e piante particolari ad ogni angolo, inframmezzate da opere di Keith Haring, statue e segnali artistici. Meraviglioso.

Gardone Riviera
Heller Garden| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Heller Garden| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Heller Garden| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Heller Garden| © Caterina Zanzi

* PASSEGGIATA SUL LUNGOLAGO. Non è una camminata molto lunga, eppure ha sempre un suo fascino, soprattutto verso sera. Da qui potete prendere anche un imbarcadero che porta alla scoperta di altri paesini lungo il lago di Garda.

Gardone Riviera
Una vista del Lago di Garda| © Caterina Zanzi

* UNA VISITA A SALÒ. A dieci minuti di macchina da Gardone, c’è Salò, un altro paesino che può valer la pena visitare. Qui, potete fare un giro sul lungolago, oppure darvi alla cultura visitando il MuSa, il museo della città che ospita spesso retrospettive interessanti.

DOVE ALLOGGIARE

Per il mio weekend, sono stata ospite del Grand Hotel Fasano, una finestra aperta sul lago di Garda nonché albergo a cinque stelle dotato di ogni comfort. Ve lo consiglio soprattutto per un weekend romantico in cui staccare da tutto. Il servizio è pazzesco, la posizione fantastica, e il tocco in più è la sua Spa con prodotti Aveda che vi rimetterà al mondo. Trattamenti, massaggi personalizzati (io ho scelto quello rilassante di un’ora, una vera coccola), diversi tipi di saune, bagno turco e piscine sia interne che esterne. Una vera favola!

Gardone Riviera
Una piscina del Grand Hotel Fasano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
La terrazza del Grand Hotel Fasano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Un interno del Grand Hotel Fasano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Una camera del Grand Hotel Fasano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Una veduta del Grand Hotel Fasano| © Caterina Zanzi

DOVE MANGIARE

Se sceglierete il Grand Hotel Fasano, vi consiglio di approfittare della sua ottima offerta gastronomica. Per pranzo potete optare per un piatto veloce ma ben fatto al Bar La Terrazza, anche questo vista lago. E dopo un aperitivo di livello alla Gin Lounge, dirigetevi verso il vero fiore all’occhiello, il ristorante Il Fagiano, sempre all’interno dell’hotel. Qui, lo chef Matteo Felter porta in tavola sapori creativi e piatti davvero speciali. Qualche esempio? Lo spaghetto integrale in infusione di aglio, olio e prezzemolo piccante con agone di lago essiccato e caviale Arenka. Oppure l’anguilla a tutta birra con crema di peperoni arrostiti e friggitelli. Il mio piatto preferito? I tortiglioni alle alghe con ostriche Gillardeau, bisque di gamberi rossi e asparago di mare…sublimi! Il pranzo della domenica, invece, lo abbiamo fatto a La Darsena, un bel locale in riva al lago che offre antipasti creativi e pasta fatta in casa.

Gardone Riviera
Un piatto de Il Fagiano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Un piatto de Il Fagiano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Un piatto de Il Fagiano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Un piatto de Il Fagiano| © Caterina Zanzi
Gardone Riviera
Un piatto de Il Fagiano| © Caterina Zanzi

Altri ristoranti che mi han consigliato in zona:
– Lido 84 (Gardone Riviera)
– Osteria Antico Brolo (Gardone Riviera)
– La Taverna (Gardone Riviera)
– Ristorantino Da Serenella  (San Felice del Benaco)
– La Dispensa (San Felice del Benaco)
– Osteria di Mezzo (Salò)
– Bruschetteria Nose (Desenzano del Garda)
– Antica Trattoria Miravalle (Polpenazze del Garda)

E a voi il lago di Garda piace? Avete altri suggerimenti in zona? Ditemelo qui sotto nei commenti, oppure sui social usando l’hashtag #ConoscoUnPosto! E per altri weekend romantici, trovate tanti suggerimenti nella sezione Trip!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *