Ristrutturare e arredare casa a Milano: i miei consigli per uscirne vivi

Decidere di arredare una casa è un gesto coraggioso. Decidere di ristrutturarla è eroico. A seguito dei sei mesi più impegnativi della mia vita, ad oggi, mi sento di dire questo: fatelo in un periodo della vostra vita in cui sentite di avere un equilibrio psicologico che ve lo permetterà. Che non vacillerà davanti a una delle migliaia decisioni che dovrete prendere. Che non si piegherà alla centesima telefonata dell’impresa o dell’architetto. Che non risentirà delle decine di imprevisti che vi coglieranno durante il percorso.

Ristrutturare casa vi metterà a dura prova, ma alla fine sarà una delle vittorie da segnare sul vostro personalissimo taccuino di vita. Specie se siete a Milano, città piena di possibilità, professionisti, aziende, ispirazioni, e altrettanto colma di tranelli e costi aggiuntivi.

Io ce l’ho fatta, e a qualche mese da questa impresa titanica, mi sento di condividere con voi alcuni piccoli, ma fondamentali consigliEcco quali!

Arredare ristrutturare casa Milano
Io felicissima poco dopo aver concluso i lavori 😀 | © Stefano Frati

ASSOLDATE UN ARCHITETTO (E UN’IMPRESA) BRAVI

Certamente, come ogni cosa, anche la ristrutturazione può essere fatta da sé. Ma se avete poco tempo a disposizione e qualche soldino in più, vi consiglio di considerare un extra budget per un bravo architetto. Per non rimanere impigliati tra le tante trame della burocrazia. Per non dovervi confrontare direttamente ogni giorno con gli operai, gli idraulici, i pittori e i montatori. Per sentirvi sereni, o almeno un po’ più sereni. Senza il mio architetto, sono sincera nel dirlo, niente di quanto fatto sarebbe stato possibile. I tre mesi in cui l’impresa – altro elemento fondamentale – ha lavorato per me, sarebbero probabilmente raddoppiati. Le sveglie anticipate, i permessi al lavoro e le ispezioni serali sarebbero state certamente di più. Fidatevi, l’architetto (o perlomeno un bravo architetto) vi risolverà gran parte dei problemi.

SCEGLIETE SUBITO TUTTI I MATERIALI

Partite dalle basi: in un primo momento per ristrutturare casa vi servirà avere le idee chiare almeno sui materiali di base. Quindi armatevi di pazienza e cominciate a scegliere i fondamentali: il pavimento, le piastrelle e le porte. A Milano, alcuni dei posti in cui potrete andare per avere quantomeno una panoramica iniziale sono Milano Parquet e MegaEdile. Alla fine, per il mio meravigliosissimo gres porcellanato (e per le piastrelle del bagno) ho scelto quest’ultimo nome. Certo, il parquet era un sogno. Ma anche il gres ha i suoi vantaggi e, in alcuni casi, l’effetto finale sarà molto simile se non migliore rispetto a quello del legno. Cercate, almeno per i materiali, di stare su dei colori neutri: il grigio chiaro, il color legno e, su tutti, il bianco. Da qui, potrete scegliere in serenità arredi super pop e colorati senza essere legati in particolare da nessuna tonalità.

DECIDETE I PUNTI LUCI E LE PRESE ELETTRICHE

Possono sembrare cose da fare all’ultimo, ma non lo sono. Assicuratevi che ogni zona della casa sia ben illuminata e, piuttosto, abbondate con i punti luce: sia mai che, alla fine, vi rendiate conto di avere angoli in cui sarà difficile truccarvi, tagliare il cibo, o anche soltanto guardarsi in faccia durante una cena. Idem per le prese elettriche: mai come oggi è indispensabile aver a portata di mano un caricatore. Per dire, io l’ho messo anche vicino al water! A Milano, ho trovato tutto il necessario da Spazio Light in corso Lodi, che mi ha risolto l’annoso problema delle applique (che possono essere davvero davvero brutte) e quello delle plafoniere per il bagno.

PREVEDETE TANTI SPAZI ‘CONTENITIVI’

Nonostante sia la fan numero uno del minimalismo, ho anche – come credo ognuno di noi – una quantità di cose fuori dal normale. Parlo di vestiti, ma non solo: parlo di aggeggi per la cucina, ogni tipo di dispositivo elettronico, una quantità di documenti da tenere spropositata, foto, bigliettini e ricordi di tutta una vita, scarpe a profusione e cose per il bagno che non vi sto nemmeno a dire. Ecco: considerate, negli arredi che comprerete e nel progetto iniziale, che queste cose dovranno trovare una ‘casa’. Quindi, chiedete al vostro architetto di considerare bene ogni spazio vuoto possibile in previsione di armadi contenitivi, credenze carine ma chiuse, scarpiere da incastrare e una marea di scatole per il cambio di stagione. Il letto con il contenitore? Essenziale. Degli armadietti con ante chiuse in bagno? Provvidenziali. Un ingresso ben pensato per accogliere scarpe, cappotti e ogni altro oggetto pensabile? Un salvavita.

ET VOILÀ…È TEMPO DI ARREDARE!

Arriviamo alla parte più divertente, ma anche a quella con maggiori possibilità di sbagliare. Iniziate per tempo prendendo il massimo dell’ispirazione da Pinterest: qui trovate qualche mia bacheca da cui prendere qualche idea. Di seguito una lista dei negozi a Milano in cui ho trovato un sacco di cose carine:

  • DESIGN REPUBLIC. In questo negozio in Colonne troverete un sacco di oggetti deliziosi (e, purtroppo, anche discretamente cari). Ma uscire a mani vuote sarà letteralmente impossibile, soprattutto se, come me, adorate lo stile nordico. Qui ho preso i miei bellissimi lampadari della Muuto e sempre qui trovate dei marchi adorabili, come Hay, Seletti e Normann Copenhagen.
  • CARGO. Questo marchio lo trovate sia con qualche proposta all’interno dei Coin, sia in versione ristretta in Piazza XXV Aprile che in una allargata – e direi più completa – vicino a via Padova. Qui ho preso il letto con il contenitore e mille altri gadget. I prezzi sono un po’ elevati, ma se aspettate il momento delle svendite potete trovare qualche buona occasione.
  • PIANETACASA. Il nome è poco sexy, la sede non è dentro alla cerchia dei Bastioni, ma qui ho trovato davvero tantissimi spunti e alla fine ho scelto una delle loro soluzioni per il bagno. Ottime anche le proposte per le altre zone della casa, soprattutto grazie al buon assortimento di un marchio che ho amato, Tomasella.
  • SCALO MILANO. Non è esattamente in centro, anche se per arrivare qui, a Locate di Triulzi, non ci vuole molto. In questo centro commerciale di recente apertura troverete, uno dietro l’altro, tantissimi marchi di design, specie di fascia alta, come B&B Italia, Cassina, Molteni, Natuzzi e tantissimi altri. In alcuni periodi, potrete approfittare anche di alcune offerte, come ho fatto io quando ho comprato le mie bellissime sedie Calligaris.
  • L’OUTLET DI DIVANI&DIVANI A VOGHERA. Dopo aver girato decine di posti per i divani, alla fine come rapporto qualità-prezzo l’outlet di questo marchio a Voghera si è dimostrato senza eguali. In alternativa, potete dare un’occhiata sempre da Pianetacasa.
Arredare ristrutturare casa Milano
Un angolino di casa | © Caterina Zanzi
Arredare ristrutturare casa Milano
Un altro angolino di casa | © Caterina Zanzi

Da ultimo, anche se non siete di Milano, potete iscriverti a Dalani, un sito che mi ha letteralmente svoltato e che ai tempi (ma anche ora!) consultavo in maniera smodata. Ogni giorno vi arriveranno offerte interessanti e, molto spesso, divise anche per trend: i prezzi sono convenienti e i tempi di spedizione umani. Altri siti su cui potete trovare una marea di ispirazioni sono Goolp (io ho la loro bellissima lampada Love) senza dimenticare che c’è sempre la buona e (affatto) cara Ikea per rifugiarsi in alcuni pezzi evergreen, tipo il mio bellissimo armadio contenitivo per l’ingresso Pax, che sempre sia lodato.

Le singole foto di casa non le ho messe per una questione di pudore, ma potete trovare su tutti i miei canali, a partire da Instagram, qualche spunto sempre nuovo!

Se anche voi siete passati dalla ristrutturazione e dall’arredo di una casa e avete altri consigli commentate qui sotto oppure sui social usando gli hashtag #ConoscoUnPosto e #ConoscoUnPostoHomeEdition!

Comments 3

  1. Erica
    Reply

    Bravissima, dai sempre dritte utilissime, quasi ogni giorno apro il tuo blog per scoprire se hai scritto un nuovo post! Non fermarti e continua così!!! Una delle tue tatone 😉

    19 maggio, 2017
  2. ileana
    Reply

    Ciao, bravissima! hai detto bene! meglio prevedere un budget per una buona impresa ed un architetto prima di improvvisarsi tali!
    l’Architetto può risolverti problemi che tu, non hai mai neppure immaginato potessero esistere prima di iniziare i lavori!

    22 maggio, 2017
    • Caterina Zanzi
      Reply

      Esattamente! 🙂

      22 maggio, 2017

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *