Ristoranti a Milano: 10 indirizzi che abbiamo provato questo mese

Di Redazione

I primi freddi non hanno certo fermato la nostra voglia di andare alla scoperta di nuovi locali in città anche molto diversi tra loro. Dal ristorante vegetariano ai ravioli cinesi, dalla pizza al tegamino alle arepas venezuelane, ecco i 10 ristoranti a Milano che abbiamo provato questo mese e di cui vogliamo condividere le nostre impressioni!

10 RISTORANTI A MILANO CHE ABBIAMO PROVATO DI RECENTE

MASAYUME

Come vi avevamo anticipato nel nostro articolo sui nuovi ristoranti a Milano, ce n’era uno che ci gasava in modo particolare, e che volevamo assolutamente scoprire: Masayume, un nuovissimo locale all’Isola che si ispira all’atmosfera da izakaya, i locali giapponesi informali in cui bere qualcosa e stuzzicare. Il protagonista del menu è il ramen con noodle freschi immersi in un brodo di pollo cotto per 10 ore (disponibile anche la versione asciutta), cui si aggiungono anche i gyoza, due tipi di bowl e un kakuni di guancia di maiale. Noi abbiamo provato lo shio, una tazza fumante arricchita con olio aromatico al cipollotto e zenzero, uovo marinato e spinaci al vapore: i noodles erano davvero ottimi, mentre brodo e ingredienti vari ci hanno lasciato un po’ meno convinti (ci sarebbe piaciuto che i sapori ‘osassero’ di più). Abbiamo provato anche i gyoza fritti con ripieno di carne di maiale e spezie, serviti con maio al kimchi (non sufficiente, l’effetto finale era un po’ ‘asciutto’) e due ottimi handroll, una specie di temaki servito aperto e ripieno di varie delizie. Il locale (soppalcato) è piuttosto piccolo e spartano (c’è qualche tavolino anche all’esterno), il conto finale è invece di 30 euro. Potevamo volare molto di più.

MASAYUMEVia Garigliano 6, Milano02 84268346. Aperto tutti i giorni (19-23) tranne martedì.

NAGRIN

Eravamo stati da Nagrin qualche anno fa, e ai tempi l’avevamo inserito nella rubrica dei flop. In cerca di un ristorante coreano in zona Isola, abbiamo ceduto alla tentazione di tornarci e dargli una seconda chance. Abbiamo mangiato un classico bulgoghi kimbap, ‘rolls’ di riso con manzo marinato in salsa bulgoghi e grigliato, e due diversi bibimbap, il geyuk dolsot con pancetta di suino e il nalcial dolsot con uova di pesce volante. Ancora affamati, abbiamo concluso con un so-bulgoghi, manzo marinato in salsa bulgoghi e saltato con verdure. I piatti nel complesso ci sono piaciuti, senza particolari guizzi, mentre le porzioni di alcuni rimangono un po’ risicate. L’ambiente, soprattutto al piano interrato, è ancora un po’ spartano e il conto arriva facilmente intorno ai 40€ a testa.

NAGRIN. Via Gustavo Fara 17, Milano. 02 38265350. Aperto da lunedì a sabato (12-15e 19-23).

BUSSAKHARAM BISTROT

Bussakharam è sempre stato nella lista dei nostri ristoranti etnici preferiti in città (qui trovate l’articolo 10 ristoranti etnici da provare a Milano). Da qualche mese ha aperto il suo bistrot in zona Porta Venezia e alla prima occasione siamo andati subito a provarlo. Il menu è abbastanza ricco e include tutti i piatti tradizionali della cucina thai. Noi abbiamo assaggiato i ravioli croccanti – a dirla tutta, un po’ troppo croccanti -, e l’immancabile pad thai, buono ma un po’ scialbo. L’ambiente è molto curato e il servizio super gentile. Bevande escluse potreste uscire sazi spendendo meno di 40 euro, ma c’è da chiedersi se ne vale la pena. Per noi no.

BUSSAKHARAM BISTROT. Via Felice Bellotti 13, Milano. 02 66661066. Aperto da martedì a domenica (12-14:30 e 19:15-23:15).

CONTRADA GOVINDA

Contrada Govinda
Alcuni piatti del menu degustazione di Contrada Govinda | © Tommaso Prada

Eravamo molto affezionati a Govinda, il ristorante e centro culturale Hare Krishna che ha riempito molte delle nostre pause pranzo fin dai tempi in cui eravamo studenti della vicina Università Statale. Quando ha chiuso, quindi, siamo rimasti molto dispiaciuti, ma la tristezza si è tramutata in entusiasmo quando abbiamo saputo della nuova gestione (e del nuovo nome) di cui vi abbiamo parlato nel nostro articolo sui nuovi ristoranti a Milano. Dopo poche settimane dall’apertura siamo andati a provarlo e siamo rimasti molto soddisfatti. L’ambiente è piccolo ma curatissimo, e la sala principale con volte sul soffitto e affreschi alle pareti è davvero splendida. Il menu comprende pochi piatti ricercati, intriganti e, ovviamente, vegetariani: noi abbiamo optato per il percorso degustazione da 28 euro che comprende un assaggio di 6 portate servite contemporaneamente in piccole ciotole su un grande vassoio, il thali. La scelta si è rivelata azzeccata perché abbiamo potuto avere una panoramica completa della cucina della chef georgiana Nata Qatibashvili. Tutti i piatti erano buonissimi, ma due ci hanno colpito particolarmente: ‘il ripieno dei tortelli di zucca’, una favolosa zucca arrosto con fonduta di parmigiano, pralinè salato di mandorle e mostarda di zucca, e una versione del classico tikka masala dove il sedano rapa è un degno sostituto del pollo. Da segnalare anche il servizio gentilissimo e preparato e prezzi davvero onesti, soprattutto considerando la zona centralissima del locale.

CONTRADA GOVINDA. Via Valpetrosa 5, Milano. 02 87187872. Aperto tutti i giorni (lun-sab 8-20) tranne domenica.

OSTERIA LA VOLIERA

Siamo stati a cena da Osteria La Voliera, nel cuore di Porta Romana, che come atmosfera ben si presta a un tête-à-tête romantico o a una cena carina tra amiche. L’ambiente, raccolto in una sala molto ben arredata e un’altra piccola stanza, cui si aggiunge qualche tavolino esterno, ha rappresentato la caratteristica che più ci è piaciuta della nostra esperienza qui. La carta, che non segue alcuna impostazione ‘predefinita’, maneggia la tradizione italiana senza grosse sorprese. Ci sono i taglieri di salumi e formaggi, la giardiniera, delle crocchette di baccalà con lenticchie al curry, primi piatti tra cui ravioli e secondi di terra come la cotoletta alla milanese. Noi, essendo in sei, abbiamo condiviso quasi tutti i piatti, tra cui si sono distinti i formaggi e i salumi (ottimi la briciolona, lo sgambato nazionale e il lombo tartellato) e le crocchette di baccalà, mentre altri piatti – tra cui la tartare – ci hanno lasciato decisamente meno entusiasti. Il servizio decisamente acerbo e il conto da 50 euro a persona (non esattamente ‘da osteria’) non hanno sicuramente influito positivamente sulla nostra esperienza qui, pur svoltasi in un ambiente sicuramente piacevole.

OSTERIA LA VOLIERA. Via Crema 17, Milano. 02 5830 0937. Aperto tutti i giorni (12-15 e 18-23) tranne sabato a pranzo e domenica.

RAVIOLI DI LU PECHINO

All’inizio di viale Brianza, a due passi da Loreto, siamo stati per una cena di redazione in questa trattoria cinese molto spartana, specializzata nella “cucina di Pechino” e, nello specifico, in ravioli fatti a mano sul momento. La carta, infatti, a parte qualche divagazione a base di verdure, gnocchi, pasta fredda e un paio di fritti, si fonda esclusivamente sui ravioli: di vitello, di maiale, di verdure e, in una opzione, di gamberi. La concentrazione su questa specialità e l’incessante lavorìo delle due signore cinesi dietro al bancone conduce a un risultato eccezionale: i ravioli, che si possono scegliere sia grigliati che bolliti, sono deliziosi, sia grazie alla pasta dello spessore perfetto e alla cottura esatta, sia per via dei gustosissimi ripieni. Abbiamo amato quelli di vitello e cipolle, di granchio e zucchine, ma soprattutto quelli con maiale e gamberi e di maiale e finocchietto. Abbiamo testato, con altrettanto soddisfazione, anche le focaccine ripiene di maiale, l’insalata di alghe con una deliziosa salsa all’aglio e i cetrioli. Servizio gentile, conto anche più che onesto, circa 20 euro a persona. E così, Ravioli di Lu Pechino, passa in automatico ai vertici dei nostri ristoranti cinesi semplici ma buonissimi a Milano.

RAVIOLI DI LU PECHINO. Viale Brianza 15, Milano. 02 91943779. Aperto tutti i giorni (12-15 e 19-23).

NIK’S&CO

Sempre a Milano Nord, questa volta dalle parti della fermata della metropolitana gialla Sondrio, ha casa un ristorante e cocktail bar piuttosto raffinato, ma con garbo. Noi abbiamo provato diversi drink della casa – tutti ben fatti, e con un’ampia gamma di bottiglie tra cui scegliere -, uno dei quali servito all’interno di un adorabile matrioska. A colpirci, oltre alla buona esecuzione dei cocktail (il cui prezzo è di circa 12€), anche la gentilezza del personale e soprattutto gli ambienti che ricordano quelli di uno speakeasy degli anni 30, con arredi vintage e musica dal vivo. Insomma, siamo stati parecchio bene e a questo punto ci è addirittura venuta voglia di provarlo a pranzo o per cena, scegliendo da una carta, già adocchiata, in cui campeggiano ingredienti e ricette della cucina italiana contemporanea. Segnaliamo anche la presenza di posti a sedere all’esterno, in una sorta di veranda.

NIK’S & CO. Via Schiaparelli 14, Milano. 02 91571797. Aperto tutti i giorni (lun/ven 11-2 e sab/dom 18-2).

PIZZERIA OCEANIA

Vi piacciono i posti ‘pazzi’? A noi un sacco, e Pizzeria Oceania è decisamente uno di questi. Ci siamo finiti per una pizzata di compleanno in una serata di burrasca e ha saputo svoltarcela. L’ambiente di questa storica – ma poco conosciuta – pizzeria in zona Città Studi è piuttosto assurdo, predomina l’arancione e sembra essere stato decorato con l’aiuto di uno scienziato un po’ fuori di testa (e in effetti è stato un po’ così, fatevi raccontare dai proprietari la storia dei curiosi accrocchi appesi alle pareti). Il locale è portato avanti da due sorelle e un fratello tanto bizzarri quanto ospitali e…si mangia davvero bene! Le pizze sono rigorosamente al tegamino, con la base croccantina al punto giusto, e per cominciare ci si può dividere – come abbiamo fatto noi – un tagliere di salumi o delle buonissime patatine con zenzero e miele (sì, avete letto bene). Se siete appassionati di goulash, inoltre, sappiate che ogni tanto vengono organizzate delle serate dedicate proprio a questa pietanza. Noi ci siamo divertiti tantissimo e lo consigliamo per una cena di gruppo

PIZZERIA OCEANIA. Via Briosi 10, Milano. 349 2342347. Aperto tutti i giorni (18:30-1) tranne il lunedì.

AREPA’Z

Digitando “ristoranti venezuelani Milano” su Google, viene fuori solo lui: Arepa’z. Noi ci siamo stati per una cena in gruppo e ci siamo trovati bene, spendendo poco (intorno ai 20€ a testa) e uscendone decisamente sazi. Cosa si mangia in questo locale in Viale Cassala? Prima di tutto le arepas, come suggerisce il nome stesso, delle focaccine preparate con farina di mais bianco, acqua e sale (un po’ scarso per i nostri gusti). I ripieni sono i più svariati, sia di carne che vegetariani, con ingredienti tipici venezuelani ma anche italiani (qualcuno ha detto gorgonzola?). Noi abbiamo preferito provare una ricetta tipica, optando per la Llanera, farcita con carne sfilacciata, fagioli neri stufati e formaggio. Oltre alla lunga lista di arepa – tutte a 6.50€ – sono presenti in menu diversi antipasti sfiziosi, come i tequenos (involtini fritti di farina, ripieni di formaggio filante), le empanadas di mais e le bruschette di platano (cestini di platano fritto con all’interno pomodoro, cipolla e avocado) e una serie di piatti unici. L’ambiente è decisamente senza pretese e vede protagonista un cavallo giallo a grandezza naturale, piazzato proprio all’ingresso. Il servizio estremamente cortese. Che dire? Una buona alternativa esotica ai nostri panini! 

AREPA’Z. Viale Cassala 9, Milano. 02 36736703. Aperto tutti i giorni (lun 18:30-23; mar/dom 12-15 e 18:30-23).

MAMI GASTRONOMIA

Ma Mi Bovisa | © Viola Bergamo

Abbiamo scoperto MaMi Gastronomia in zona Bovisa un po’ per caso, ma da quel momento ci torniamo sempre volentieri: merito del suo essere un posto sincero e senza troppe pretese. Nel menu scritto a mano sulla lavagnetta troverete un’ampia scelta soprattutto di primi, tradizionali e semplici ma ben curati, i cui prezzi variano tra i 7 e i 10 euro. Noi in pausa pranzo abbiamo provato un risotto alla zucca con chips di cavolo nero che ci è piaciuto moltissimo, ma anche i paccheri alla sorrentina non sono niente male. Se come noi lasciate sempre uno spazietto per il dolce, non lasciatevi scappare il muffin al cioccolato…vi migliorerà sicuramente la giornata.

MAMI GASTRONOMIA. Via Giuseppe Candiani 122, Milano. 3516060981. Aperto tutti i giorni (8 – 16:30), tranne sabato e domenica. 

Voi avete mai provato uno di questi ristoranti a Milano? Come vi siete trovati? Ditecelo qui sotto, oppure sulla nostra pagina Instagram!

Questa compilation vi è piaciuta? Qui trovate tantissimi altri ristoranti a Milano che abbiamo provato!

Bisogno di ispirazione? Date un’occhiata alla nostra mappa sempre aggiornata!

CERCA NELLA MAPPA

Potrebbe interessarti anche

2 commenti

I POSTI PREFERITI DI CONOSCO UN POSTO - Conosco un posto 17/01/2024 - 3:03 pm

[…] LON FON (Porta Venezia, €€) […]

Rispondi
Ristoranti a Milano: 10 indirizzi che abbiamo provato questo mese - Conosco un posto 28/05/2024 - 9:03 am

[…] una parentesi insieme a Davide Longoni (di cui vi avevamo parlato qui), il ristorante e centro culturale Hare Krishna Govinda torna alle origini. E si riconferma per noi […]

Rispondi

Lascia un commento