Una giornata speciale sul lago di Como tra barca, ville e buon cibo

Il lago di Como può voler dire tutto e niente. Spiaggette, buon cibo, shopping in città, lungolago, passeggiate, barca. Nonostante sia così vicino a Milano spesso capita di menzionarlo in via generica, senza avere esattamente idea delle sue perle nascoste. Lo scorso weekend ho trascorso in zona, e precisamente a Torno, un sabato rovente e meraviglioso, di cui non dirò molto di più rispetto a quanto possono dire le immagini che vedrete qui di seguito. Se siete alla ricerca di una giornata che includa natura, lago e buona cucina, ecco qualche spunto per una gita meravigliosa!

La vista dalla barca| © Caterina Zanzi

Il lago di Como, si sa, è famoso oltre che per essere il lago prealpino più profondo d’Europa, anche per le sue ville incredibili. Di cui riuscirete ad avere una panoramica completa dall’acqua, molto più che dalla strada. Per questo vi consiglio di regalarvi un ‘boat tour’ privato che vi porti alla scoperta delle gemme nascoste. Googlando un po’, alla fine ho scelto , che con la sua ‘Alba’ – un bel ‘taxi’ veneziano – porta a spasso i turisti. Potete scegliere la durata e il percorso, oltre che la possibilità di scendere dalla barca, ma quel che è certo è che dal lago vedrete molte delle meravigliose ville.

La vista dalla barca| © Caterina Zanzi

Un’immagine dell’Orrido| © Caterina Zanzi

Le più belle? Villa Cassinella (quella di Richard Brenson, per intenderci) e Villa Balbianello, parte del patrimonio del Fai. E poi la famosa villa di George Clooney, Villa Melzi d’Eril, Villa Carlotta e Villa Serbelloni, fino a Bellagio. E non mancate l’Orrido di Nesso, una cascata che è un vero e proprio spettacolo della natura!

Per pranzo abbiamo scelto il ristorante dell’Hotel Il Sereno a Torno, una vera e propria oasi di pace in legno e vetro affacciata sul lago e disegnata niente meno che da Patricia Urquiola.

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

Alcune immagini dell’Hotel Il Sereno sul Lago di Como| © Caterina Zanzi

E la cucina è in collaborazione con Andrea Berton, uno chef di cui vi ho già parlato per i piatti pazzeschi che propone nel suo . La carta è all’insegna della tradizione culinaria lacustre, con qualche twist raffinato. Per esempio, ci sono il lavarello alla plancha e il san pietro in crosta di pane, ma anche gli scampi con la mela e il cetriolo e la battuta di fassona.

Un piatto del ristorante Berton al Lago dell’Hotel Il Sereno| © Caterina Zanzi

Un piatto del ristorante Berton al Lago dell’Hotel Il Sereno| © Caterina Zanzi

Un piatto del ristorante Berton al Lago dell’Hotel Il Sereno| © Caterina Zanzi

Un piatto del ristorante Berton al Lago dell’Hotel Il Sereno| © Caterina Zanzi

Un piatto del ristorante Berton al Lago dell’Hotel Il Sereno| © Caterina Zanzi

I prezzi sono piuttosto alti (mettete in conto un centinaio di euro, bere a parte e senza strafare) e il servizio è davvero non all’altezza, ma la bontà dei piatti e la bellezza dell’ambiente sono certa vi ripagheranno!

Cosa dite, ve lo fate questo regalo? , intanto, potete trovare un sacco di altri consigli per le vostre vacanze o gite fuori porta!

Related posts

Nuovi ristoranti a Milano: 10 indirizzi da non perdere a luglio

Weekend lungo a Formentera: cosa fare e dove mangiare

10 gelaterie con opzioni vegane a Milano da provare quest’estate