10 colazioni salate a Milano, per tutti i gusti

Per alcune persone – vuoi per questioni culturali, vuoi per gusti – la colazione salata è un credo imprescindibile, e a Milano i posti in cui potersene concedere una non mancano. Tra locali veraci, pettinati o spartani, in questo articolo troverete una nostra accurata selezione per ogni evenienza, con qualche incursione regionale o internazionale. Un’autentica colazione cinese in un posto poco conosciuto in Paolo Sarpi, un’english breakfast in Cinque Giornate e voluminosi pezzi di tavola calda palermitana in Chiesa Rossa sono solo alcuni esempi. Ma basta tergiversare, caro team “il dolce al massimo a fine pasto”‘: come sono quindi queste colazioni salate?

10 POSTI PER UNA COLAZIONE SALATA A MILANO

JUN TAI TAVOLA CALDA

“Nascosto” al piano terra di The Oriental Mall, il mini centro commerciale su due livelli in Paolo Sarpi, Jun Tai è poco noto persino tra chi frequenta con assiduità Il quartiere. Si tratta di una tavola calda, consigliataci a suo tempo da amici cinesi, secondo cui i sapori sono tra i più autentici che si posso assaggiare in città, lontani dalla “cucina cinese adattata ai palati italiani”.

Il posto è piccolino, davvero spartano, con qualche divanetto in pelle bianca – che fa molto diner – e un banco di cibo in bellavista. Abbiamo ordinato una focaccia morbida con verdure, una pannocchia al vapore e un you tiao (un lungo pezzo di impasto fritto) che avremmo voluto immergere in un bel bicchierone di latte di soia. Con un sorriso convincente il personale ci ha però consigliato, in alternativa, del latte di soia condensato in salsa di soia, e a quel punto abbiamo anche aggiunto una semplice zuppa, sempre di soia. La consistenza “gommosa” della pannocchia, l’equilibrio della soia condensata con la salsa e lo You tiao intinto a dovere sono stati un viaggio andata e ritorno, a un prezzo impossibile da replicare: circa 10 euro.

JUN TAI TAVOLA CALDA (The Oriental Mall). Via A. Rosmini, 14 – Via P. Sarpi, 33, Milano. Aperto tutti i giorni (9-20).

PASTICCERIA SISSI

“Noi siamo speciali. Preferiamo che il conto lo paghiate dopo aver consumato”, si legge accanto alla cassa di una istituzione del quartiere Tricolore: la Pasticceria Sissi. L’insegna romantica, per chi ancora non lo sapesse, prende il nome dalla proprietaria che, insieme al marito Zik Faye e famiglia, dagli anni 90 gestisce questo locale dalle pareti rosa caldo. Varcato l’ingresso troverete il banco, stracolmo di dolci e con una piccola parte dedicata alle opzioni salate, tra cui abbiamo adocchiato persino degli arancini. A seguire, poi, troverete il bancone dove avvengono le preparazioni delle bevande, tavoli in cui sedersi e il dehors pergolato in fondo.

La quantità dell’ordinabile da Sissi è notevole, ma tra i pezzi da citare assolutamente ci sono le brioche, il grande sandwich farcito e il caffé senegalese – espresso con cioccolata calda nelle stagioni più fredde o gelato al cioccolato nelle più calde, guarnito con po’ di panna sopra. Quando ritorniamo qui è però d’obbligo ordinare l’increndibile, famosa e rinfrescante spremuta di melograno con zenzero, che stavolta abbiamo accompagnato con un mini croissant con prosciutto crudo e un mini sandwich con bresaola e caprino alle erbe. Abbiamo consumato tutto al bancone perché ci siamo trovati in mezzo alla piccola fila che si crea in certi momenti durante il weekend, ma ne è valsa decisamente la pena. Il conto è ammontato a quasi 12 euro. Piccola nota a margine: a parte il lunedì, dalla regia ci han detto che le opzioni salate si trovano sempre, giusto un po’ dopo l’orario d’apertura.

PASTICCERIA SISSI. Piazza Risorgimento 6, Milano. 02 76014664. Aperto tutti i giorni (6:30-20:00, lunedì chiusura anticipata alle 12:00) tranne il martedì.

MUGS & CO COZY CAFÈ & BAKERY

A un po’ di persone anglofone di nostra conoscenza i sapori di Mug’s & Co, nei pressi di Cinque Giornate, ricordano casa. La bakery si presenta raccolta, con una cucina a vista e un dehors. Sulle pareti del bagno, poi, sono disseminati una notevole quantità di post-it colorati con frasi o suggestioni scritte dalla clientela. La maggior parte di quella intorno a noi era piuttosto giovane e parlava, per l’appunto, quasi tutta in inglese. Era un sabato mattina e, per fortuna avevamo prenotato, perché l’andirivieni di persone senza prenotazione e deluse era piuttosto incessante.

Passando al menu, è stracolmo di opzioni salate, tra cui toast, croissant farciti, bagel e club sandwitch. Il nostro sguardo però si è posato ovviamente sull’English Breakfast, comprensiva di pancetta, uova fritte, salsiccia, fagioli al forno, panetto di burro, pane tostato e pomodori grigliati. Come bevande, incluse, abbiamo scelto un caffé americano e una spremuta d’arancia. Al di là dell’assenza sacrilega dei funghi, le porzioni e soprattutto la cottura delle uova sono state davvero soddisfacenti, così come la presentazione senza fronzoli. Il servizio è stato veloce e gentile. Il conto di 18 euro. Abbiamo molto apprezzato anche l’angolo del book crossing e pensato che forse certi dettagli del locale andrebbero rinfrescati. Ma grazie amici anglofoni, torneremo ancora, ancora e ancora.

MUGS & CO COZY CAFÈ & BAKERY. Via Emilio Morosini 4, Milano. 0287383354. Aperto tutti i giorni (08-18:30).

GOGOL & COMPANY

Un posto in cui molti in redazione hanno lasciato un pezzo di cuore è Gogol & Company, spazio ibrido in zona Giambellino composto da una libreria, qualche seduta con possibilità di smart working e un bar con dehors. Soprattutto nelle stagioni più miti, qui si organizzano anche brevi workshop, reading o presentazioni di libri.

Ci è capitato spesso di entrare da Gogol per lavorare e, se non ci si tappa gli occhi, di uscire con un libro (di cui poi parlarvi nella nostra newsletter), soprattutto se consigliato dal proprietario Danilo. In mezzo: la particolare atmosfera che si respira, le interessanti chiacchiere di sottofondo sui titoli che ammettiamo di origliare e l’ordinazione da richiedere al bancone, dopo aver scelto dal menu scritto sulle lavagne in bellavista.

L’ultima volta abbiamo ordinato un toast con uovo sodo, cetriolo e senape e un toast con mozzarella, pomodoro e maionese vegane, accompagnandoli con una tisana Wilden (lunga vita alla sua Hangover!) e un buon caffé americano. Conto di circa 17 euro. Ottimi anche i crostoni, le friselle, le centrifughe e l’Aperol spritz – ma quello al mattino, in generale, solo in certe occasioni.

GOGOL & COMPANYVia Savona 101, Milano0245470449. Aperto tutti i giorni (da martedì a venerdì 9-14 e 16-21, sabato e domenica 9-21) tranne lunedì.

ÉGALITÉ

Dopo le sedi in via Melzo e in Piazza San Simpliciniano, è stato recentemente aperto il terzo locale di Egalité – conosciuto un po’ come “la boulangerie francese di Milano” – in un palazzo storico dei primi del Novecento di corso Sempione. All’ingresso di questo nuovo spazio, bello ampio, si trova un’aerea dedicata al take away. Subito dopo la caffetteria, con almeno una cinquantina di coperti.

Ne abbiamo occupato uno per consumare una spremuta d’arancia e un croque monsieur sicuramente più buono che bello. Ma a colazione è preferibile la sostanza, no? Soprattutto se si ha un debole per i toast gratinati zuppi di besciamella. Tra le altre opzioni salate disponibili, almeno tra quelle in bellavista fra cui avremmo potuto scegliere, anche: croissant salati, focacce farcite, pizze rosse, quiche Lorraine o farcite con caprino e zucca, che ci tentavano molto. Sarà per la prossima volta (magari anche con un éclair alla vaniglia da portare via). Poco meno di 12 euro, il conto.

ÉGALITÉ. Corso Sempione 10, Milano. 02 3831 8769. Aperto tutti i giorni (08-21) tranne lunedì.

COSE NOSTRE

A primo acchito il nome potrebbe sembrare un po’ infelice ma, leggendo anche un po’ i cartelli all’interno del locale, l’intento risulta più chiaro: una sorta di “riappropriazione” (un po’ com’è successo col termine queer, per intenderci). Cose nostre è infatti una tavola calda siciliana, per l’esattezza palermitana. Appena varcata la soglia, a destra troverete il banco coi dolci, tra cui le iris fritte e i cannoli; sulla sinistra la tavola calda con una scelta importante, così come lo è la grandezza dei singoli pezzi e la generosità dei condimenti. Poi un corridoio con tanti frigo con cassate a vista e uno spazio dedicato ai coperti.

A noi è capitato un paio di anni fa, durante una festa in casa, di conoscere i sapori di Cose Nostre, per poi finire per andarci tutte le volte che ci viene voglia di vero street food siciliano. Può succedere a notte fonda nel weekend, o da appena svegli, solitamente un filino in hangover. La veracità del panino panelle e melanzane, dell’arancina alla norma (in questo caso è da appellare al femminile) e della cartocciata coi wurstel, prosciutto cotto, mozzarella e uovo è un ottimo modo “per asciugare” e non solo. Conto: 14 euro.

Per completezza: il locale si trova in zona Chiesa Rossa, a qualche minuto a piedi dalla fermata Abbiategrasso, di fronte al Naviglio Pavese. Un sacco di gente opta per l’asporto, come succede spesso anche a noi.
P.s. potrebbe esservi capitato di aver visto uno dei loro food truck in giro.

COSE NOSTRE. Via della Chiesa Rossa 71, Milano. 02 3652 2762. Aperto tutti i giorni (lun-giove 08-00, ven-sab 08-05).

MALÌA PASTICCERIA

Di questa pasticceria con cucina napoletana probabilmente alcune persone preferiscono la sede più fancy in City Life aperta l’anno scorso, ma a dirla tutta noi propendiamo per la prima aperta a Primaticcio nel 2017. A prescindere dalle preferenze personali, Malià, come si legge su una delle pareti del piccolo e accogliente locale con dehors, significa “attrazione irresistibile“, “una specie di incantesimo con il quale si cerca con fascino e seduzione di influenzare la volontà di qualcuno”.

Succede sia con le tante opzioni dolci (tra cui pastiere, sfogliatelle, capresi), ma altrettanto con le opzioni salate. Dopo le 11.30 del mattino, la scelta si amplia a frittatine di bucatini, mozzarelle in carrozza, pizze di scarole e molto altro. Se invece arrivate prima, potete ordinare come noi un succo bio, una brioche con crudo e formaggio e la mitica Alice con pomodori e stracciatella, il cui centro di pasta sfoglia umidiccio è particolarmente godurioso. Nota di gran merito: qui il personale è davvero amichevole, e scambia molte chiacchiere, soprattutto con gli habitué. Il conto è ammontato a 13,50 euro.

MALÌA PASTICCERIA. Viale Legioni Romane 55, Milano. 02 3675 0657. Aperto tutti i giorni (mar-giov 07:30-20.30, sab 8-20:30, dom 8-16:30) tranne lunedì.

FÒLA

Tra i posti più interessanti aperti a “North of Loreto”, i suoi abitanti (compresi gli arrivati con la gentrificazione) vi citeranno sicuramente Anarres, Silvano e Fòla. Quest’ultimo, aperto da tre amiche nel 2021, è un luogo dall’atmosfera amichevole, attento alla sostenibilità e con prodotti di altissima qualità. Definita spesso come “la prima pasticceria di Nolo” è anche bottega e gastronomia healty, principalmente vegetariana, come si può notare dal menu con ottimi prezzi.

Qui l’atmosfera è sempre piacevole, e si respira proprio l’aria del quartiere, soprattutto quella un po’ più “hipster”, nel senso più pregevole del termine. Tutto è molto curato ma informale. Recentemente, siamo tornati per una colazione volante in una giornata uggiosa. Abbiamo ordinato una spremuta d’arancia (indubbiamente la migliore tra quelle citate in questo articolo), un espresso e una girella di pasta sfoglia artigianale farcita con prosciutto cotto e branzi fresco, per un totale di 8 euro. (E se a interessarvi sono le colazioni vegane, a questo link trovate il nostro reportage).

FÒLA. Via Luigi Varanini, 12, 20127 Milano MI. 02 4971 3413. Aperto tutti i giorni (mar-sa 08:00-19:00) tranne domenica e lunedì.

EUTOPIA

A Moscova, siamo tornati da Eutopia, un piccolo locale romantico, dai colori pastello. Qui il punto forte, come vi avevamo già raccontato, sono le creazioni dolciarie, lavorate con materie prime e ingredienti di stagione, che arrivano dall’agricoltura naturale, biodinamica o biologica. Tra gli indimenticabili: i sablè monoporzione e cannoncini con mandorle speziate alla granola (dolce o salata).

Ma a proposito di salato: le opzioni per colazione effettivamente sono poche, ma con una qualità inversamente proporzionale. L’ultima volta erano disponibili brioche farcite, toast e avocado toast, su cui è ricaduta la nostra scelta. Pane, di loro produzione, cotto fino all’esatta croccantezza e salsa cremosa. A cui abbiamo aggiunto un espresso per iniziare la giornata. Poco più di 9 euro, il conto.

EUTOPIA. Via Alessandro Volta 19, Milano. 02 9194 9682. Aperto tutti i giorni (da martedì a venerdì 9-14 e 16-21, sabato e domenica 9-21) tranne lunedì.

PANIFICIO DAVIDE LONGONI

In poco più di un decennio, sulla mappa di Milano si sono moltiplicate le bandierine del Panificio Davide Longoni. La sesta, in ordine cronologico, in Piazza Piemonte, che vedrà la luce a marzo, ma non l’ultima. L’intenzione, secondo gli ultimi sviluppi, sarebbe di aprire un punto vendita in ogni zona di Milano nei prossimi cinque anni.

Nell’attesa di vedere come andrà, siamo intanto tornati nel primo panificio, aperto nel 2013, in zona Porta Romana. All’ingresso: il noto “muro del pane”. Al nostro tavolo all’esterno: mezza focaccia pugliese unta come si deve e una fetta di Pasqualina (quiche con ricotta, spinaci e uova) umida al punto giusto. Accompagnate da un spremuta d’arancia e un caffé espresso. Conto ammontato a quasi 14 euro. Era sabato mattina presto, e sì, c’era già un po’ di fila. Comprensibilissimo.

PANIFICIO DAVIDE LONGONI. Via Gerolamo Tiraboschi 19, Milano. 02 91638069. Aperto tutti i giorni (mar-ven 9-15) tranne sabato e domenica.

Voi avete mai provato uno di questi ristoranti a Milano? Come vi siete trovati? Ditecelo qui sotto, oppure sulla nostra pagina Instagram!

Questa compilation vi è piaciuta? Qui trovate altre colazioni a Milano che abbiamo provato!

Bisogno di ispirazione? Date un’occhiata alla nostra mappa sempre aggiornata!

Related posts

Nuovi ristoranti a Milano: 10 indirizzi da non perdere a luglio

10 gelaterie con opzioni vegane a Milano da provare quest’estate

Ristoranti fuori Milano: 10 indirizzi che abbiamo provato di recente