Starbucks conquista Cordusio: tutte le info e le foto del primo store italiano

Dopo mesi di buzz, adesso Starbucks a Milano è una realtà. Tra ieri e oggi, il primo negozio italiano del marchio è stato presentato alla stampa, mentre domani mattina ci sarà l’apertura al pubblico. Ecco un piccolo reportage, con tante informazioni utili e alcune foto dell’opening più chiacchierato degli ultimi tempi.

Starbucks Milano Cordusio
L’esterno di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

COSE DA SAPERE SUL PRIMO STARBUCKS A MILANO

* Starbucks ha preso casa a Milano in Piazza Cordusio, a pochi passi dal Duomo e all’interno del meraviglioso ex Palazzo delle Poste. Dicono che Howard Schultz, il fondatore del brand, ci abbia impiegato cinque anni a trovare la location giusta.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Il concept scelto per Milano è quello della “Roastery”, attualmente presente soltanto in tre altre città, tutte e tre fuori dall’Europa. In cosa consiste? Rispetto agli Starbucks a cui siamo abituati, il format in questo caso è più raffinato e curato, a partire dal design. Lo store è molto grande e arioso, con diverse isole tematiche in cui sostare. Legno e colori scuri la fanno da padrone.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Cosa si mangia? Ci sono le focacce e le pizze, i croissant salati, gli sfilatini con le olive, tutti a marchio Princi. Ci sono i gelati e i sorbetti al nitro del torinese Alberto Marchetti. E una serie di dolci e torte in abbondanza. Qualche esempio? La ganache di cioccolato, il tiramisù, la crostata di fragola e la lemon meringue pie. Per chi vuole stare leggero, spazio anche alla caprese, all’insalata di farro e alle macedonie. Per chi invece è alla ricerca di qualche piatto caldo trovano spazio anche le lasagne e, addirittura, la parmigiana di melanzane.

Starbucks Milano Cordusio
Alcuni prodotti | © Caterina Zanzi
Starbucks Milano Cordusio
Alcuni prodotti | © Caterina Zanzi

* Cosa si beve? Ovviamente caffè, in tantissime versioni diverse. C’è l’espresso, il cappuccino, il marocchino e il caffè d’orzo in tante varianti. Ci sono i ‘nitro draft‘ e le cioccolate, il macha latte e il chai latte. E tante bevande sono ottenute con vari metodi di torrefazione, come il Siphone e il Cold Brew. Mancano invece dalla lista il celeberrimo Frappuccino e altre bevande come il pumpkin spice latte.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Ci sarà anche l’aperitivo, e a tal proposito c’è una zona ‘deputata’, in un piano lievemente rialzato, con un bel bancone. Troverete la birra, tanti vini diversi e ovviamente i cocktail. Tantissimi i distillati e i super alcolici.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Si può entrare e prendere da asporto. Anche in questo caso il packaging dei bicchieri è leggermente diverso, il nome scritto sopra (giusto o sbagliato?) ci sarà sempre. Nella parte retail, si potrà anche acquistare il caffè, macinato a vista dall’enorme macchina protagonista della sala principale. E sì, ci sono anche diversi gadget da acquistare nell’area retail, per esempio la famosa tazza.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* E i prezzi? Partiamo dalle bevande: per un espresso servirà 1,80€, un cappuccino piccolo 4,5€, i nitro draft vengono sui 6€. Per quanto riguarda il cibo, invece, le focacce e le pizze variano a seconda del tipo dai 3 ai 7,50€, i piatti caldi si attestano sui 10€, mentre i dessert vengono tutti 6,50€.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Il wifi aperto c’è come in tutti gli altri Starbucks del mondo.

Starbucks Milano Cordusio
Un angolo di Starbucks a Milano| © Caterina Zanzi

* Starbucks a Milano sarà aperto tutti i giorni, dalle 7 del mattino alle 22.

Che ve ne pare? Al momento i giudizi si dividono tra quelli entusiasti e quelli meno convinti. C’è chi apprezza la volontà di aver fatto qualcosa di diverso, e chi è nostalgico e si aspettava di trovare la ‘solita’ atmosfera. Per chi rientra in quest’ultima categoria, non disperate: sono già in programma due nuove aperture su Milano, una in Garibaldi e una a Malpensa, per vivere l’esperienza del ‘solito’ Starbucks.

E voi che ne pensate? Intanto trovate ancora più info sul mio profilo Instagram, @conoscounposto.

CONDIVIDI IL POST SU


Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *