48 ore a Bruxelles: cosa vedere e dove mangiare nella magica capitale belga

Tentate dalle ultime offerte delle compagnie aeree low cost, siamo tornate in una città che amiamo: Bruxelles. Qui è dove vi consigliamo cosa vedere, cosa mangiare e qualche altro indirizzo nella capitale belga…imperdibile!

COSA VEDERE A BRUXELLES

*LA GRAND PLACE. È la piazza principale e cuore della città, maestosa di giorno e magica la notte. Tutta la piazza è circondata da edifici gotici, tra cui il Municipio, che la rendono uno spazio quasi nascosto. Se capitate durante il periodo natalizio noterete che l’albero è un po’ spoglio, ma la sera prende vita con mille luci!

Bruxelles Grand Place
Palazzi della Grand Place | © Marta Bizioli

*GALERIES SAINT-HUBERT. Gallerie dello shopping, sono la versione belga della nostra Galleria Vittorio Emanuele, piena di negozi e ristoranti di lusso. Le Galeries Saint-Hubert sono state il primo centro commerciale d’Europa, perfette per lo shopping quando piove ma suggestive anche quando i raggi del sole filtrano dalle vetrate.

Bruxelles Saint Hubert
Le Galeries Saint-Hubert | © Marta Bizioli

*MUSÉES ROYAUX DES BEAUX-ARTS. Il complesso dei musei reali si trova a pochi passi dalla Place Royale. È costituito dal Museo d’arte antica, con capolavori della pittura fiamminga e internazionale, dal Museo d’arte moderna e dal magnifico Museo Magritte. Se siete poco appassionati di arte o avete poco tempo, vi consigliamo di saltare i primi due ma non perdetevi l’esposizione dedicata Magritte, il più famoso surrealista belga.

Bruxelles Musei Reali
Sala del Museo d’arte antica | © Marta Bizioli

*CATHÉDRALE DES SAINTS-MICHEL ET GUDULE. La cattedrale della città è il luogo dove avvengono le incoronazioni e i matrimoni reali. Con i suoi due campanili, può ricordare una piccola Notre Dame, carina seppur non così maestosa.

Bruxelles Cattedrale
Cattedrale di Bruxelles | © Marta Bizioli

* VICTOR HORTA. Gli amanti dell’architettura conoscono sicuramente Victor Horta, uno dei più famosi architetti belgi, precursore dell’Art Nouveau. A Bruxelles, oltre al Museo Horta (casa che aveva costruito per sé), ci sono diversi edifici progettati da lui, come il palazzo in cui ha casa il Centro Belga del Fumetto. Un altro bell’edificio Art Nouveau, costruito da Paul Saintenoy, è il Museo degli Strumenti Musicali.

Bruxelles Museo Strumenti Musicali
Il Museo degli Strumenti Musicali | © Marta Bizioli

*ATOMIUM. Costruito per l’Expo del 1958 e diventato poi una costruzione permanente, questo monumento merita una visita anche se non è ubicato esattamente in centro. I giganteschi 9 atomi della cellula del ferro sono ormai un simbolo di Bruxelles e si possono visitare anche all’interno. Dall’atomo più alto avrete una splendida vista panoramica della città, soprattutto nelle giornate più limpide.

Bruxelles Atomium
Atomium | © Marta Bizioli

*MANNEKEN PIS. Insieme all’Atomium, questa statua/fontana di un bambino che fa la pipì è il simbolo della città e non è inusuale vederlo vestito “per le feste”: ogni occasione infatti è buona per fargli indossare uno dei suoi innumerevoli vestitini. Poco distante c’è anche l’altra metà della mela: la Jeanneke Pis, purtroppo nascosta dietro ad un cancello.

Bruxelles Manneken Pis
Manneken Pis | © Marta Bizioli

*PARLAMENTO UE. L’edificio, anche se nuovo, non è niente di che. Ad essere interessante, però, è la visita con audio-guida che si può fare all’interno, quando il Parlamento non è in seduta. Nel vicino Parc Leopold invece ha aperto da pochi mesi la Maison de l’histoire européenne, spazio culturale per eventi ed esposizioni che promuove la comprensione della storia dell’Europa.

Bruxelles Maison Historie Européenne
Maison de l’histoire européenne nel Parc Leopold | © Marta Bizioli

*PARC DU CINQUANTENAIRE. Grande parco nella zona UE, dove incontrerete gente che corre a tutte le ore del giorno. L’ingresso al parco è coronato da un arco trionfale, l’Arc du Cinquantenarie, realizzato nel 1880 per commemorare il cinquantenario dell’indipendenza del Belgio.

Bruxelles Parc Cinquantenaire
Parc du Cinquantenaire | © Marta Bizioli

*UNA GITA FUORI PORTA. Se vi fermate qualche giorno non perdete l’opportunità di visitare Brugge, una piccola chicca fiamminga costruita su canali circondati da magnifici edifici medioevali a cui si può arrivare con un’ora di treno ( e con circa 7 euro). Altri nomi? Fate un giretto nella cittadina universitaria di Leuven, ma anche nella meravigliosa Antwerp o a Gand!

DOVE MANGIARE A BRUXELLES

*FRITES. Le famose french fries sono in realtà tipiche del Belgio e sono il classico street-food da consumare rigorosamente nel cono di cartone. Vi consigliamo su tutte quelle di Maison Antoine (Place Jourdan), che potete gustare a bordo del laghetto nel vicino Parc Leopold.

Bruxelles Frites
Le frites di Maison Antoine | © Marta Bizioli

*BIRRA. Tra le varie birre belghe avrete l’imbarazzo della scelta, per berla però non si può non passare da A la Mort Subit, in Rue Montagne aux Herbes Potagères. Questo locale è un classico a Bruxelles, con tavoli in legno e grandi specchi alle pareti.

Bruxelles Birreria
A la Mort Subite | © Marta Bizioli

*CIOCCOLATO. In città i negozi di cioccolato non mancano, ne vedrete ad ogni angolo. Per i vostri souvenir golosi vi consigliamo Leonidas, con negozi sparsi in tutta la città. Cioccolato buonissimo e prezzi ragionevoli (6€ x 250g). In più potete scegliere un mix già pronto o personalizzare la vostra box con i gusti che più vi piacciono.

Bruxelles Cioccolatini
Le box di cioccolatini di Leonidas | © Marta Bizioli

* GAUFRES. Forse le conoscete come waffles, ma le gaufres nascono in Belgio e sono un dolce di pasta fritta, rigorosamente di 20 quadretti. Per mangiarle vi consigliamo quelle croccanti di Mokafè (nella Galerie du Roi) oppure quelle più morbidi di Le Funambule (Rue De l’Etueve). L’importante è che siano fatte al momento!

Bruxelles Waffle
Una gaufre di Mokafè | © Marta Bizioli

*MOULES. Non fatevi ingannare dai ristoranti di Rue Des Bouchers, una via famosa per il pesce ma con posti molto turistici. Se volete mangiare cozze fresche provate Chez Léon, al numero 18 della strada. Un piccolo suggerimento: gli autoctoni consigliano di mangiarle solo durante i mesi con la “r”!

* UN BRUNCH O UNO SPUNTINO. Per una colazione, un brunch o anche un pranzo veloce vi consigliamo Le Pain Quotidien, una pasticceria/panetteria con prodotti biologici che vi resterà nel cuore con il loro Pain au Chocolat. In città ci sono diversi locali: una sede particolarmente bella si trova in Rue Des Sablons, di fronte alla bella chiesa di Chiesa Notre-Dame du Sablon.

Bruxelles Le Pain Quotidien
Le Pain Quotidien in Rue Des Sablons | © Marta Bizioli

COSA COMPRARE A BRUXELLES

*DILLE & KAMILLE. Catena di negozi che si trova solo in Belgio e in Olanda, farà felice tutti gli appassionati di articoli per la casa. Qui ne potete trovare di bellissimi: ci sono formine per biscotti a forma di gatto e piatti in ceramica, così come mix di spezie già pronti e bellissimi giochi per bambini in legno.

Bruxelles Dille&Kamille
Le ceramiche di Dille & Kamille | © Marta Bizioli

*BUBBLES AT HOME. Questo negozietto, in Rue du Marché aux Herbes, vende una miriade di saponi artigianali ed articoli per il corpo, tutti prodotti in Belgio, con le più svariate profumazioni.

*MERCATINI DI NATALE. Se vi piacciono i mercatini di Natale non perdetevi quelli immensi che si trovano sia vicino all’edifico della Borsa che in Place Sainte-Catherine. La sera sono molto più suggestivi perché completamente illuminati, ma controllate online gli orari perché chiudono presto!

Bruxelles Mercatini
Giostra ai mercatini natalizi | © Marta Bizioli

E voi, siete già stati a Bruxelles? Ci andrete presto? Fatecelo sapere con un commento qui sotto o condividendo le vostre foto sui social con l’hashtag #ConoscounPosto! Qui tanti spunti per le vostre prossime vacanze!

CONDIVIDI IL POST SU


Comments 5

  1. Alice
    Reply

    Buonissimo e carinissimo per colazione o merenda (c’è una sala da te al piano superiore) la Maison Dandoy in Rue Charles Buls 14! Da provare gli Speculoos, la loro specialità 🙂

    15 dicembre, 2017
    • Caterina Zanzi
      Reply

      Grazie! <3

      15 dicembre, 2017
  2. Alessia
    Reply

    Le meraviglie della meravigliosa Bruxelles in un solo post! Io segnalo anche le patatine fritte di Frit Flagey , il delizioso pan au chocolat, in perfetto stile pangocciolo, di Aux Merveilleux de Fred e le costine all-you-can-eat di Amadeus!

    15 dicembre, 2017
    • Caterina Zanzi
      Reply

      Che bello, grazie!!!

      18 dicembre, 2017
  3. Valeria
    Reply

    ci sono stata due volte, è la città stupenda.

    18 dicembre, 2017

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *