Ho pranzato al nuovo Wagamama in Duomo a Milano

Wagamama: chi è stato, per esempio, a Londra non può non conoscerlo. Questa catena inglese, che ha aperto vent’anni fa il primo locale con l’intento di portare la cucina asiatica in Gran Bretagna, da un paio di settimane ha inaugurato anche in centro a Milano, a due passi dal Duomo (lo trovate anche al Terminal 1 di Malpensa). Dopo essere stati i primi ad anticiparne il taglio del nastro, l’abbiamo provato per pranzo, e qui vi raccontiamo tutto: com’è, cosa e come si mangia e quanto si spende!

IL PIATTO FORTE DI WAGAMAMA: ramen e teppanyaki

Il menu di Wagamama è tutto ispirato ai piatti asiatici, con una forte presenza di alcune pietanza calde giapponesi. Oltre a dei piccoli accompagnamenti (spiedini di gamberi, gamberi fritti, costine di maiale, gyoza), tra i piatti principali potete trovare diverse tipologie di ramen (da quello piccante a quello con pollo o anatra, da quello con maiale alla versione coi gamberi) e svariati piatti conditi con il curry. Spazio poi al teppanyaki, ovvero alla cottura su una piastra rovente: potrete scegliere tra svariate tipologie di udon, soba e l’immancabile pad thai. Per chi volesse stare più leggero, in carta trovano spazio anche insalate, specialità come lo steak bulgogi e tanti donburi, grosse ciotole di riso cotto al vapore e poi saltato in padella con pollo, manzo o gamberi e verdure miste.

Siamo stati per una veloce pausa pranzo e abbiamo diviso due dei piatti in menu: i soba con uovo, peperone, germogli, cipollotto, pollo e gamberi e un katsu curry, pollo impanato nel panko e fritto, con salsa curry, riso e insalata mista.

Wagamama Milano
I soba | © Caterina Zanzi
Wagamama Milano
Il katsu curry | © Caterina Zanzi

Le porzioni sono davvero gigantesche, impiattate abbastanza sommariamente ma ben pensate: il pollo era molto croccante e la salsa al curry deliziosa, mentre i soba erano per niente unti ma gustosi e ben legati ai condimenti. Per accompagnare i piatti, potrete optare per birre, vini, centrifughe, te verde o bibite.

IL POSTO: in Duomo

Wagamama ha preso casa in pieno centro, al civico 11 di via San Pietro all’Orto, nei locali che in precedenza erano occupati da una libreria Mondadori. Essendo super centrale, vi consiglio di usare una delle due fermate della linea rossa più vicine (Duomo o San Babila), oppure uno dei tanti mezzi di superficie che passano in zona. Se avete bisogno di altri consigli in zona, li potete trovare qui oppure navigando sulla nostra mappa!

L’ATMOSFERA: fast food elegante

Wagamama Milano
Un angolo di Wagamama | © Caterina Zanzi

Wagamama ha casa su due piani, con alcuni tavoli o banconi in condivisione e altri più ‘intimi’. Lo spazio è stato ben ristrutturato, si sta bene e il servizio è gentile e piuttosto ben organizzato a gestire una mole importante di clienti, soprattutto in pausa pranzo (evitate gli orari di punta perché spesso si formano code!). In generale, l’impressione che ho avuto è stata di un fast food veloce, di qualità e più elegante del normale. Tovagliette in carta, personale svelto e rumore mi fanno propendere a consigliarvelo più per un pranzo o una cena veloce che per un appuntamento romantico.

IL CONTO: 15/20 euro

Il prezzo dei singoli piatti oscilla di media tra i 10 e i 15 euro, e come vi anticipavo le porzioni sono davvero generose (dividete i piatti perché da soli farete fatica a finirne uno intero): dunque, dovreste uscire sazi con un massimo di spesa attorno ai 20 euro. Una cifra relativamente bassa – anche se non bassissima – per un pranzo diverso dal solito o una cena in velocità.

WAGAMAMA
Via San Pietro All’Orto 11, Milano
02 7601 1737

E voi avete già provato Wagamama? Ditecelo qui sotto nei commenti oppure commentando sui social con l’hashtag #ConoscoUnPosto!

CONDIVIDI IL POST SU


Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *