Il Medio Oriente in tavola da Fairouz, primo libanese vegetariano a Milano

Era da parecchio tempo – o almeno, diciamo, dai 6 mesi dalla sua apertura, che volevo provare Fairouz, nuovo ristorante in zona Buonarroti a Milano. Non soltanto perché porta in tavola la cucina libanese (che, mea culpa, non avevo mai provato), ma soprattutto perché è il primo locale in città a proporre la cucina libanese vegetariana.

Se anche voi, come me, amate le verdure, e siete curiosi di sperimentare una cucina etnica, Fairouz potrebbe essere il posto giusto per voi. A me è piaciuto molto, e qui vi racconto cosa si mangia!

IL PIATTO FORTE DI FAIROUZ: le mezzeh calde e fredde

Essendo appunto la mia ‘prima volta’, scelgo di dividere due menu degustazione: il Fairouz, quello base, e il Sabah, quello ‘intermedio’. Entrambi comprendono un sacco di piattini da dividere, il modo migliore – penso – per approcciarsi alle nuove ricette. A colpirmi saranno soprattutto le mezzeh, una selezione di antipasti freddi e caldi che alla fine si riveleranno un pasto completo e super gustoso.

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Alcune mezzeh | © Caterina Zanzi

Tra i piatti più buoni arrivano l’hommus (crema di ceci e tahina), il moutabal (purea di melanzane arrostite con yogurt) e il baba ganouj (polpa di melanzane con vari sapori tra cui pomodoro, aglio e chicchi di melograno). La qualità degli ingredienti si sente e il loro carattere deciso, ma al contempo delicato, è un vero piacere. Sempre tra i piattini freddi ci arrivano il fattoush (insalata mista con pane croccante e melassa di melograno) e dei deliziosi falafel, le classiche polpettine fritte a base di ceci con spezie. Impossibile non provare anche il tabouleh di quinoa.

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Alcuni dei piatti | © Caterina Zanzi

A corredo di tutte queste mezzeh, sono comprese anche una insalatina di rape rosse, una purea di patata con cipolla arrostita (buonissimissima!), una crema di yogurt alla menta e un’altra salsa a base di peperone rosso leggermente piccante.

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Le salse | © Caterina Zanzi

Tra i piatti che mi convincono un po’ di meno, ma forse perché non sono vegetariana, lo shoarma, un kebab vegetale in pane arabo, e delle verdure ripiene al curry con burgul, oltre al frike, grano duro verde affumicato con ceci.

Il pasto viene accompagnato da birre o vini libanesi (o dal tradizionale tè alla menta) e da un migliorabile pane arabo, mentre alla fine ci vengono proposti i dolci tradizionali: il baklava – a base di zucchero e frutta secca – ma soprattutto un delizioso semifreddo al latte alla rosa spolverato di miele e pistacchio.

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
I dessert | © Caterina Zanzi

Come potrete immaginare, siamo usciti dal ristorante completamente sazi e felici!

IL POSTO: a Buonarroti

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Un interno del ristorante | © Caterina Zanzi

Fairouz ha casa in via Buonarroti, ed è più o meno equidistante dalle fermate della metro rossa Wagner e Buonarroti. Evitate la macchina, vista la presenza di diversi mezzi in zona, e approfittate della ‘libertà’ per farvi un giretto tra i negozi di via Marghera (qui trovate i miei preferiti) o al Mercato coperto di piazza Wagner!

L’ATMOSFERA: tipica (con verandina esterna)

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Un interno del ristorante | © Caterina Zanzi

Il ristorante, all’interno, è carino e arredato in maniera tradizionale, sui toni del rosso e con arredi che ricordano in tutto e per tutto il Medio Oriente. Se capitate da Fairouz in una sera d’estate potete approfittare della verandina esterna per una cena quasi all’aperto. Il servizio è gentile, grazie soprattutto ai super cordiali ragazzi di sala. Un’ultima informazione: di mercoledì e sabato, si tengono anche danze orientali!

IL CONTO: nulla per essere in zona

Fairouz Vegetariano Libanese Milano
Alcuni dei piatti | © Caterina Zanzi

Se proverete un menu degustazione, considerate di spendere dai 23 euro per quello ‘base’ (il Fairouz), 28,50 per quello intermedio (Sabah) e 38 per quello ‘pro’ (Umm Kultum). Io già con un menu base stavo scoppiando, quindi direi che – bere a parte – dovreste spendere sui 25 euro. Se invece sceglierete di ordinare alla carta, considerate 5 euro per le mezzeh e 8 euro a piatto principale. Un conto di molto inferiore a quello dei ristoranti ‘fighetti’ che pullulano in zona e molto onesto se rapportato alla generosità delle porzioni.

FAIROUZ
Via Buonarroti 16, Milano
02 4818331
Aperto tutti i giorni (12-15 e 19-23:30) tranne domenica


Want to read this article in English? Go here! #APlaceinMilan

Comments 1

  1. A cena al ristorante libanese Dawali | Conosco un posto
    Reply

    […] tra Israele, Giordania e, appunto, Libano). Sono stata poco tempo fa a provarne uno vegetariano, Fairouz, in zona Buonarroti (che secondo me, ad oggi, rimane il migliore) e, a ruota, ho provato anche […]

    1 settembre, 2017

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *