Diet To Go, la dieta sfiziosa a domicilio per rimanere in forma

Se spesso non riuscite a prepararvi da mangiare, ma volete evitare la tentazione del solito panino o della delivery un po’ ‘lercia’, a Milano potete approfittare di Diet To Go, un servizio che vi porta a casa delle schiscette sfiziose, ma ipocaloriche (1.200 calorie per le donne, 1.500 per gli uomini). Dimenticatevi la tristissima insalata, e regalatevi un’esperienza gourmet senza l’ansia di prendere peso! Ecco il mio nuovo consiglio per la sezione ‘smart’ di Conosco un posto, Milano In Tasca.

Come funziona? In maniera molto semplice, perché bastano pochi click per scegliere il proprio programma e procedere con l’acquisto. Accedete al sito dedicato e scegliete il menu dietetico che preferite  – mediterraneo, vegetariano o detox (vegano e senza glutine), l’orario e l’indirizzo di consegna e aspettate i vostri pasti direttamente sul divano di casa o alla scrivania dell’ufficio. Se vi serve una mano in più, potete anche consultare un esperto compilando il form ‘Chiedi al dietologo’.

I pasti – colazione, pranzo, spuntino e cena – vi arriveranno in una borsa termica e all’interno di contenitori che potrete conservare in frigo e scaldare al microonde. Il pagamento è semplice, e ha un prezzo medio di 39 euro per un solo giorno e di 180 euro per cinque giorni: sicuramente un costo abbastanza elevato, che però tiene conto della qualità degli ingredienti, della comodità e dell’attenzione all’aspetto nutrizionale. Attualmente, la consegna è prevista a Milano, Monza e hinterland.

Diet To Go
I miei pasti con Diet To Go | © Caterina Zanzi

Io ho provato Diet To Go, e nello specifico il menu mediterraneo, per due giorni e ne sono rimasta molto soddisfatta: la consegna è puntuale, i piatti ben confezionati e, insomma, la comodità è innegabile. Pollice in su anche per la qualità degli ingredienti e per le ricette.

Il primo giorno ho provato un clafoutis con albicocche al cocco, calamari e verdure saltate su vellutata di ceci e, a seguire, una mousse di frutta di stagione, un dessert ai frutti di bosco come spuntino e, per cena, le lasagne al pesto con fagiolini.

Il secondo giorno, invece, mi è arrivata la torta della nonna con le mele, un tortino di verdure alla griglia per pranzo, una purea di fave, concassé di pomodoro e parmigiano e, per finire, un delizioso polpo al sugo con melanzane e una composta di fragole e kiwi alla menta.

Non nego che se il prezzo fosse più abbordabile, vivrei di pranzi e cene Diet To Go e sarei in formissima: per il momento, lo utilizzerò in quei giorni di pigrizia estrema e attenzione alla linea. E voi?


Want to read this article in English? Go here! #APlaceinMilan

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *